Fotovoltaico: il Gse presenta il nuovo portale sull’autoconsumo

Aiuterà i consumatori a valutare costi e convenienza fornendo un supporto per orientarsi tra autorizzazioni e incentivi.

“Rendere il consumatore più consapevole, consentire simulazioni per chi voglia installare un impianto fotovoltaico garantendo un supporto dal punto di vista normativo.”

 Sono queste alcune delle finalità del Portale sull’autoconsumo presentato in anteprima dal Gse alle principali associazioni di settore di operatori e consumatori, che a partire da oggi avranno la possibilità di testare e inviare feedback sulla nuova piattaforma.

Entro fine ottobre, invece, il Portale sarà a disposizione di tutti gli utenti, cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione.

Il nuovo Portale consentirà di effettuare delle simulazioni sul giusto dimensionamento dell’impianto e sul relativo costo dell’investimento, proponendo anche diverse soluzioni finanziarie.

Basterà inserire l’indirizzo dell’immobile, la superficie del tetto e i consumi annui di energia elettrica e il Portale fornirà il necessario dimensionamento dell’impianto, sia in termini di potenza che di superficie interessata, il costo dell’installazione, il tempo necessario per rientrare della spesa e come si può usufruire delle agevolazioni fiscali previste. 

Per i grandi consumatori è prevista l’analisi e la mappatura delle aree occupate da grandi edifici industriali o commerciali: in questo modo le imprese possono valutare i vantaggi derivanti dall’installazione di impianti fotovoltaici sui propri siti. Il Portale garantisce, infine, una puntuale informazione sui requisiti minimi di legge, sull’iter autorizzativo di connessione da seguire e sull’accesso ai meccanismi di sostegno, siano essi incentivi o agevolazioni fiscali.

“Il GSE continua la sua azione in favore dei cittadini e delle imprese, rafforzando la collaborazione con le associazioni di categoria per garantire il giusto supporto agli operatori e ai consumatori che vogliono investire, in modo consapevole, in un futuro sostenibile” ha detto l’amministratore delegato Roberto Moneta. Per questo, ha concluso, “è fondamentale mettere in campo tutti gli strumenti necessari a percorrerla”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *