Cerca

Ecco che documenti servono per cambiare gestore gas e luce

Cambiare fornitore di energia può farti risparmiare circa 250€ all’anno in bolletta luce e gas ed è molto semplice, come succede per il cambio operatore telefonico.


Il cambio non prevede penali.


Come funziona il cambio gestore?

Sottoscritto il nuovo contratto bisognerà solo attendere.

Il nuovo gestore si prenderà carico di comunicare al vecchio la recessione dal contratto e completerà lui tutta la pratica.


Il cambio avviene senza interruzione della fornitura di energia o di gas.

Sono previsti tempi tecnici per il passaggio, il cambio gestore avviene sempre il 1° giorno del mese.

Fino a quella data il cliente sarà servito dal vecchio gestore, e riceverà poi, l’ultima bolletta di conguaglio.

Qualche giorno prima che avvenga il cambio, il distributore comunicherà la lettura del contatore al nuovo gestore, in modo tale da far partire la fatturazione in maniera corretta.


Tempi e costi del cambio gestore

Le tempistiche sono stabilite da apposite leggi che indicano il termine per il recesso dal vecchio contratto che, ricordiamo, viene inoltrato dal nuovo gestore.

Questo termine, il “preavviso”, è il tempo massimo nel quale deve avvenire il recesso.

Il preavviso parte dal 1° giorno del mese successivo a quello in cui il vecchio gestore ha ricevuto la comunicazione scritta.


Quali i tempi per il cambio fornitore?

Per il cliente domestico in media 1 mese a partire dal 1° giorno del mese successivo la comunicazione.

Per il cliente Businnes dipende, dal Servizio di Maggior Tutela 1 mese; dal mercato libero 3 mesi.


Quali i costi per il cambio di gestore?

SEMPRE GRATUITO nel mercato libero;


Le bollette di luce e gas hanno registrato un aumento della spesa in questi ultimi mesi.


La Corrente e il Gas restano gli stessi

L’energia elettrica e il gas che arrivano a casa non cambiano, poiché la rete dei cavi elettrici e delle tubazioni vengono gestiti sempre dalla stessa società di distribuzione.

Il distributore locale si occupa anche della gestione del contatore, che quindi non viene sostituito con il passaggio.


Cosa serve per effettuare il cambio gestore?

Dieci minuti sono necessari per effettuare l’operazione del passaggio di gestore, occorre avere a portata di mano tutte le informazioni e i dati necessari per attivare il nuovo contratto.


I documenti necessari:

  • Dati dell’intestatario del contratto: nome, cognome e codice fiscale;

  • Dati fornitura: indirizzo e codice POD per l’energia elettrica e PDR per il gas, codice indicato in ogni bolletta;

  • Recapito telefonico e/o un indirizzo mail (consigliato per non avere costi di invio bolletta);

  • Codice IBAN per domiciliazione bancaria (consigliato per non avere costi invio bolletta, costi aggiuntivi da pagare, non si rischia di dimenticare i pagamenti e il più delle volte permette di non versare nessuna cauzione).


Hai un'azienda e vuoi risparmiare su luce e gas?

Contattaci, il nostro servizio e sempre gratuito e il risparmio garantito a contratto


Scrivici da qui: CLICCA QUI


0 commenti

© 2023 by NEW ENERGY CONSULTING SAS P.IVA 11005280018 - Privacy e Policy